le Gravine


Benvenuti nella Terra delle Gravine, cuore profondo di Puglia, dove la natura è potente, la cultura è vita e i profumi sono intensi. È qui che 12 Comuni si ritrovano uniti in un unico territorio dal fil rouge della storia. Massafra, Palagiano, Castellaneta, Crispiano, Laterza, Ginosa, Grottaglie, Mottola, Montemesola, Statte, Palagianello e San Marzano sono tutti accomunati, come vene profonde che attraversano la terra, dall’elemento identitario delle Gravine. I caratteristici solchi carsici, scavati dalla lenta erosione dell'acqua, sono oggi il comune denominatore di queste 12 comunità, vive e accoglienti, che portano avanti la memoria storica di questi luoghi, con uno sguardo al futuro. Arte, cultura, cibo e natura....questo e tanto altro è la Terra delle Gravine.

Situata su una piccola collina, Grottaglie, è circondata da spettacolari canyon, nei quali tracce di vita arcaiche si rendono evidenti. Con le sue botteghe scavate in grotta, questo territorio è un unicum nel contesto della Terra delle Gravine. Qui la civiltà rupestre si è fatta arte.

È lungo la Gravina San Giorgio, infatti, tra il profumo di origano e finocchietto selvatico, che nel corso dei secoli gli uomini hanno creato, all’interno della roccia friabile, gli antichi forni di cottura.

Qui, l’argilla rossa, ricavata dalle vicine cave, ha iniziato a prendere forma e vita: anfore, piatti, oggetti d’uso quotidiano e vere e proprie opere d’arte hanno conquistato il gusto della nobiltà seicentesca più raffinata, come i famosi “pomi” di ceramica smaltata, simboli dell’arte figula grottagliese.

È nato così il Quartiere delle Ceramiche, che ha fatto dell’antica “Kriptalys” (in latino Grottaglie = diverse grotte), con le sue oltre 50 botteghe storiche, un vero gioiello ancora oggi conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Le mani plasmano, creano e amano, in un continuo connubio tra terra e arte.

A baluardo di questo capolavoro d’arte vi è l’imponenza del Castello Episcopio: un tempo dimora dei Vescovi di Taranto, è oggi col suo Museo della Ceramica, il vero custode di quell’antica e preziosa manualità, tutta da tramandare.

I Comuni


12 i comuni dell'area Terra delle Gravine,
ognuno con le sue unicità e ciascuno distinto
dalla singolarità della propria gravina.
Massafra
Castellaneta
Crispiano
Ginosa
Grottaglie
Laterza
Montemesola
Mottola
Palagianello
Palagiano
San Marzano di San Giuseppe
Statte

Da non perdere quello che per eccellenza è il luogo presente in ogni racconto popolare, un posto in cui fede e magia si mescolano e che recentemente è stato restituito alla città e reso fruibile: l’ex convento dei Cappuccini, che sorge nel cuore antico della gravina del Fullonese su oltre 3mila metri quadrati, spiccando per la sua imponenza e per la sua storia.

Eventi Recenti

Cerca Eventi

Chiave ricerca :

Data e Ora Inizio :

Data e Ora Fine :

cerca eventi


Informazioni


Benvenuto su Terra delle Gravine, sito ufficiale
dei comuni dell’area e del suo territorio. Ricco
di notizie, semplice e veloce da consultare, è
dedicato a tutti coloro che cercano informazioni
utili, anche a livello pratico, per visitare gli
splendidi luoghi. Il sito contiene la descrizione
dei comuni facenti parte dell’area, le bellezze,
gli itinerari, nonchè l'elenco ufficiale delle
strutture ricettive autorizzate. E’ possibile,
inoltre, caricare un evento grazie all’interazione
diretta, formando, quindi, una lista completa di
attrazioni.

I Comuni


12 i comuni dell'area Terra delle Gravine,
ognuno con le sue unicità e ciascuno distinto
dalla singolarità della propria gravina.
Massafra
Castellaneta
Crispiano
Ginosa
Grottaglie
Laterza
Montemesola
Mottola
Palagianello
Palagiano
San Marzano di San Giuseppe
Statte

Accoglienza




Bed&Breakfast, masserie, relais e hotel:
chi arriva in questo territorio ha solo
l’imbarazzo della scelta tra le migliaia
di strutture ricettive.
Tutte con un'unica caratteristica vocazione,
quella all'ospitalità. Basta solo lasciarsi
ispirare dal desiderio di scoprire
luoghi incantevoli.

Esperienze


Vivere la bellezza e la potenza di questi luoghi
significa immergersi in essi. A iniziare dalla
forza rigogliosa delle gravine, che offrono la
possibilità di praticare trekking e arrampicate,
avvolti da un microcosmo vegetale e animale
unico al mondo. Si può scegliere di
percorrere il territorio a piedi, a cavallo
o in bicicletta, in sterrati o lungo piste
ciclabili, come quella che lambisce la gravina
di Palagianello. Ci si può lasciar condurre
dall'olfatto e farsi trascinare per le vie di
Laterza tra forni e fornelli. O magari,
scegliere di ammirare il maestoso spettacolo
dei cavalli murgesi di Crispiano, che sembrano
quasi ballare la pizzica. Basta solo lasciarsi
guidare dalle emozioni.