le Gravine


Benvenuti nella Terra delle Gravine, cuore profondo di Puglia, dove la natura è potente, la cultura è vita e i profumi sono intensi. È qui che 12 Comuni si ritrovano uniti in un unico territorio dal fil rouge della storia. Massafra, Palagiano, Castellaneta, Crispiano, Laterza, Ginosa, Grottaglie, Mottola, Montemesola, Statte, Palagianello e San Marzano sono tutti accomunati, come vene profonde che attraversano la terra, dall’elemento identitario delle Gravine. I caratteristici solchi carsici, scavati dalla lenta erosione dell'acqua, sono oggi il comune denominatore di queste 12 comunità, vive e accoglienti, che portano avanti la memoria storica di questi luoghi, con uno sguardo al futuro. Arte, cultura, cibo e natura....questo e tanto altro è la Terra delle Gravine.

Il tempo sembra essersi fermato a Montemesola.

In posizione privilegiata sul Golfo di Taranto si trova questo piccolo paesino, il cui nome richiama proprio il suo adagiarsi sulla collina su cui sorge.

A difenderne il cuore c’erano anticamente quattro portali, alcuni dei quali sono stati recentemente restaurati.

Il nodo principale, dal quale dipartono le vie più importanti, è il Palazzo Marchesale, risalente al tardo medioevo, ma portato a splendore dal marchese Saraceno.

Fu lui a bonificare anche l’area della Gravina di Sant’Andrea, su cui Montemesola si erge. Dotata di un’incantevole e incontaminata biodiversità naturale, tra fichi d’india abbarbicati sulla roccia, ginestre in fiore e rosmarino verdeggiante, da ammirare attraverso lunghe passeggiate.

Il borgo reca intatte memorie che vanno dal Neolitico al XX Secolo: tra queste ultime, vi è anche uno splendido frantoio ipogeo tra i più grandi dell’intera Puglia, segno che la mano dell’uomo e quella della natura hanno intessuto un microcosmo sopravvissuto a centinaia d’anni.

I Comuni


12 i comuni dell'area Terra delle Gravine,
ognuno con le sue unicità e ciascuno distinto
dalla singolarità della propria gravina.
Massafra
Castellaneta
Crispiano
Ginosa
Grottaglie
Laterza
Montemesola
Mottola
Palagianello
Palagiano
San Marzano di San Giuseppe
Statte

Tutto è da scoprire dal Palazzo Pomari alle chiese di San Michele Arcangelo, del Rosario, di Santa Maria della Croce, alla Torre dell’Orologio fino all’ex Convento dei Sacramentini, oggi sede del Municipio.

Eventi Recenti

Cerca Eventi

Chiave ricerca :

Data e Ora Inizio :

Data e Ora Fine :

cerca eventi


Informazioni


Benvenuto su Terra delle Gravine, sito ufficiale
dei comuni dell’area e del suo territorio. Ricco
di notizie, semplice e veloce da consultare, è
dedicato a tutti coloro che cercano informazioni
utili, anche a livello pratico, per visitare gli
splendidi luoghi. Il sito contiene la descrizione
dei comuni facenti parte dell’area, le bellezze,
gli itinerari, nonchè l'elenco ufficiale delle
strutture ricettive autorizzate. E’ possibile,
inoltre, caricare un evento grazie all’interazione
diretta, formando, quindi, una lista completa di
attrazioni.

I Comuni


12 i comuni dell'area Terra delle Gravine,
ognuno con le sue unicità e ciascuno distinto
dalla singolarità della propria gravina.
Massafra
Castellaneta
Crispiano
Ginosa
Grottaglie
Laterza
Montemesola
Mottola
Palagianello
Palagiano
San Marzano di San Giuseppe
Statte

Accoglienza




Bed&Breakfast, masserie, relais e hotel:
chi arriva in questo territorio ha solo
l’imbarazzo della scelta tra le migliaia
di strutture ricettive.
Tutte con un'unica caratteristica vocazione,
quella all'ospitalità. Basta solo lasciarsi
ispirare dal desiderio di scoprire
luoghi incantevoli.

Esperienze


Vivere la bellezza e la potenza di questi luoghi
significa immergersi in essi. A iniziare dalla
forza rigogliosa delle gravine, che offrono la
possibilità di praticare trekking e arrampicate,
avvolti da un microcosmo vegetale e animale
unico al mondo. Si può scegliere di
percorrere il territorio a piedi, a cavallo
o in bicicletta, in sterrati o lungo piste
ciclabili, come quella che lambisce la gravina
di Palagianello. Ci si può lasciar condurre
dall'olfatto e farsi trascinare per le vie di
Laterza tra forni e fornelli. O magari,
scegliere di ammirare il maestoso spettacolo
dei cavalli murgesi di Crispiano, che sembrano
quasi ballare la pizzica. Basta solo lasciarsi
guidare dalle emozioni.